Nel momento della progettazione e della scelta della cucina più adatta alle esigenze dei tuoi clienti molto spesso ti troverai di fronte ad un bivio: meglio consigliare loro una cucina su misura o componibile?

Potrebbero sembrare entrambe soluzioni valide, tutto dipende dai tuoi clienti e da quello che stanno cercando, sarà compito tuo guidarli verso la scelta più giusta per loro.

La cucina componibile, economica e subito pronta

Le cucine componibili hanno dalla loro un prezzo spesso più conveniente, solitamente sono in pronta consegna e richiedono anche minore tempo in fase di montaggio. Sono vantaggi considerevoli, per chi ha bisogno di una cucina nel minor tempo possibile e non ha esigenze particolari di stile e design. Ma sei sicuro che sia l’opzione preferibile per i tuoi clienti?

Per avere prodotti convenienti e subito disponibili è necessario, infatti, orientare la propria ricerca su modelli di cucine industriali, in cui qualità e originalità vengono per forza di cose un po’ sacrificate. Le misure sono standard, le composizioni risultano poco personalizzate e difficilmente si adattano a tutte le abitazioni.

Le cucine industriali seguono le mode del momento o, al contrario, sono così semplici da passare inosservate. Fatto sta che si possono trovare cucine quasi identiche in case diverse.

I vantaggi di una cucina su misura

Ma non sempre la scelta di una cucina componibile potrebbe rappresentare l’opzione migliore e la convenienza al momento dell’acquisto non può essere la sola variabile da prendere in considerazione.

Per guidare i tuoi clienti in questa importante scelta, devi far prendere loro coscienza dei vantaggi di una cucina su misura rispetto ad una componibile:

  1. Le cucine su misura consentono un’ampia personalizzazione
  2. La qualità dei materiali
  3. L’originalità del progetto finale
  4. Lo spazio viene sfruttato al centimetro
  5. Sono possibili riparazioni e addizioni al progetto iniziale nel corso degli anni
Come progettare la cucina su misura

1 – Le cucine su misura consentono un’ampia personalizzazione

Progettare una cucina su misura significa partire dalle persone e consente all’architetto di seguire le indicazioni fornite dai clienti, realizzando un prodotto adatto alle loro esigenze e allo spazio a disposizione.

Una cucina è un ambiente molto tecnico, in cui la qualità dei materiali è fondamentale per garantire sicurezza e un aspetto immutato nel tempo. Tuttavia si tratta anche di un ambiente molto personale, che riflette le abitudini e la personalità di chi vi abita.

La cucina è il punto nevralgico della casa, l’ambiente in cui si passa più tempo insieme intenti a svolgere le varie attività quotidiane, mentre si chiacchiera e ci si racconta la giornata.

Nelle abitazioni moderne è sempre più un ambiente ad ampio respiro, che abbatte le barriere e si sviluppa in soluzioni in continuità con il soggiorno. L’open space è infatti tra le composizioni più richieste dai clienti, che amano il senso di socialità e condivisione che permette.

In ambienti moderni così strutturati è difficile che una cucina componibile si adatti all’ambiente in modo perfetto, non di rado saranno necessarie modifiche strutturali, che faranno perdere tempo e potrebbero anche essere molto costose.

Una cucina su misura viene cucita in modo sartoriale sul cliente, che, avvalendosi della tua professionalità e dell’esperienza degli artigiani, potrà scegliere la migliore soluzione, i migliori materiali e prendere parte al progetto da vicino, nelle sue varie fasi.

Gli artigiani, non lavorando in serie, saranno in grado di realizzare pezzi unici, dalle forme e dalle dimensioni particolari, se lo spazio lo richiede.

Questo significa che non ci saranno due cucine uguali, il risultato finale sarà una cucina unica, originale, irripetibile, altamente personalizzata.

2 – La qualità dei materiali

Non dovendo rispondere alle esigenze di mercato, che dettano tempi stretti e puntano sulla elevata produttività, gli artigiani possono dedicare il tempo necessario ad ogni singola parte della composizione, scegliendo materiali di qualità e realizzando le migliori finiture.

In questo modo è possibile curare minuziosamente le varie fasi dalla costruzione, all’assemblaggio fino al montaggio finale, facendo attenzione alla struttura in sé, scegliendo ad esempio ante e sportelli di uno spessore maggiore.

È possibile optare per i materiali più innovativi e tecnologicamente avanzati per il top, il piano lavoro è fondamentale, perché rappresenta il completamento perfetto dell’ambiente cucina e dovrà coniugare estetica, praticità e resistenza.

Da non sottovalutare anche le parti meccaniche della struttura, quelle parti invisibili della cucina, come le cerniere delle ante, le guide dei cassetti o dei cestoni, i sistemi di apertura a braccetto dei pensili a vasistas.

Queste parti infatti sono sottoposte a numerose sollecitazioni quotidiane e scegliere una buona ferramenta garantisce una maggiore sicurezza a chi usa la cucina e una maggiore durata della struttura. Inoltre i sistemi di apertura facilitati e la chiusura rallentata semplificano la vita, evitano lo schiacciamento delle dita e assicurano funzionalità costante nel corso degli anni.

In sintesi una cucina di qualità garantisce anche maggiore sicurezza a chi vive questo ambiente. Sono anche queste variabili importanti da considerare attentamente prima di scegliere tra una cucina su misura o una componibile.

3 – L’originalità del progetto finale

Proprio perché sono realizzate in modo artigianale, le cucine su misura possono garantire più personalizzazione e il cliente, insieme all’architetto, può dare vita a progetti originali e unici. Non ci sarà un’altra cucina uguale, perché potrà essere cucita addosso al cliente, al suo ambiente e alle sue abitudini.

Scegliendo una cucina artigianale il cliente potrà avere un rapporto più diretto con l’azienda che produce la cucina e sarà dunque possibile un confronto più proficuo. Gli artigiani potranno fornire soluzioni e consigli, i clienti potranno richiedere finiture, effetti e misure particolari, anche a distanza di anni dall’acquisto della cucina.

4 – Lo spazio viene sfruttato al centimetro

Una cucina componibile può essere bellissima e anche conveniente, ma non sempre è la scelta migliore per i tuoi clienti e le loro abitazioni. Non sempre è infatti possibile (o conveniente) modificare le strutture.

È la cucina che dovrebbe adattarsi all’ambiente e non il contrario.

Soprattutto nelle abitazioni moderne, in cui la metratura è più ridotta, lo spazio non basta mai, per questo è fondamentale sfruttare al meglio la superficie a disposizione, in particolare in un ambiente multifunzionale come la cucina.

Fulcro della casa, essa è spesso il luogo in cui si ricevono gli ospiti e in cui si socializza di più, anche mentre si svolgono le attività culinarie. Per aiutare i tuoi clienti nella scelta occorre partire proprio da loro, dalle loro abitudini e della frequenza con cui vorranno utilizzare la cucina.

Servono spazi ampi e ariosi, in cui far convivere le varie esigenze e la parola d’ordine è ottimizzazione degli spazi. Per sfruttare al meglio la superficie a disposizione è sempre consigliabile una cucina su misura, che possa essere progettata a partire dall’ambiente e dei suoi vincoli strutturali e che sappia sfruttare anche gli angoli più angusti, ma senza rinunciare all’estetica e alla funzionalità.

Sempre più produttori propongono intelligenti soluzioni salvaspazio, geniali alleati capaci di moltiplicare lo spazio a disposizione oppure elementi trasformabili che possono svolgere molteplici funzioni pur occupando uno spazio ridotto.

La cucina moderna è anche quella che sa moltiplicare lo spazio a disposizione.

5 – Sono possibili riparazioni e addizioni al progetto iniziale nel corso degli anni

Il rischio di una cucina componibile è che, seguendo le tendenze del momento, sia troppo vincolata a stili e gusti contemporanei e che, per esigenze di mercato, l’azienda sia costretta a cambiare velocemente i suoi modelli di punta e a far uscire di produzione quelli più vecchi. A distanza di qualche anno potrebbe essere davvero complicato reperire pezzi di ricambio o moduli aggiuntivi, che abbiano le stesse finiture.

La qualità di una cucina artigianale su misura è invece tangibile anche a lungo termine. Sia che i tuoi clienti necessitino di una riparazione o che vogliano aggiungere moduli alla loro cucina, sarà possibile ricevere assistenza e pezzi di ricambio anche a distanza di anni. Anche in caso di finiture particolari è più facile reperire i componenti di una cucina su misura piuttosto che di una componibile.

Prima di scegliere tra una cucina su misura e una componibile occorre considerare diversi fattori, tra cui la velocità di consegna delle seconde. Ma sicuramente le cucine personalizzate sono cucite addosso ai clienti e di qualità superiore. Questo a lungo termine ripagherà l’iniziale attesa dei tuoi clienti.

Pittori: cucine di design su misura
Guarda i nostri prodotti

Lascia un commento