Attualmente le ante per cucina in commercio rispondono perfettamente ad ogni esigenza stilistica del cliente: dal gusto più classico e tradizionale a quello più innovativo e contemporaneo. Indipendentemente dal gusto personale di ciascuno di noi, questi elementi per la cucina se lavorati da esperti artigiani valorizzano il design complessivo di tutta la composizione.

Sapevi che noi di Pittori 1931 realizziamo la cucina ed ogni suo componente su misura?

Guarda le nostre realizzazioni cucine

Di ante per cucina ne esistono di diverse tipologie per andare incontro a qualsiasi stile di arredamento desiderato, ma non solo, perché questi pannelli sono anche capaci di impreziosire lo spazio più vissuto e condiviso di tutta la casa, la cucina.

Stai progettando, organizzando o ristrutturando l’ambiente cucina e sei alla ricerca delle soluzioni più adatte per le ante? Oppure sei alla ricerca di qualcosa di più innovativo e sofisticato per vestire questi frontali? Allora sei capitato nell’articolo giusto! Che tu abbia un gusto più tradizionale o più contemporaneo, ti abbiamo preparato una breve guida che ti illustra quali sono le ante per cucina più di tendenza e… quelle più di nicchia.

Ante per cucina: le 3 tipologie di tendenza

La finitura scelta nel caso delle antine comporta inevitabilmente pregi e difetti, che fanno sì che l’elemento abbia maggiore o minore resistenza o anche una diversa durata nel tempo, oltre a richiedere una cura e pulizia differente. Parlando di gusti estetici, le ante realizzate in legno massello che esprimono sensazioni passate come la serenità attorno al focolare domestico sono perfette da inserire in soluzioni stilistiche ad elevato contenuto di design. In alternativa, questi elementi per cucina possono essere impiallacciati, quindi rivestiti con essenze di legno per far coesistere materiali moderni e sensazioni uniche. Analizziamo dunque le finiture più nel dettaglio partendo da quelle più richieste…

Anta laccata: opaca o lucida?

Dalla nostra pluriennale esperienza nel mondo delle cucine su misura, optare per le ante laccate è una tra le soluzioni più richieste e amate dai nostri clienti. Perché? Il segreto si nasconde dietro l’estetica della superficie dal formidabile impatto visivo.

L’anta per cucina laccata per noi di Pittori non ha alcun segreto. Nel nostro stabilimento abbiamo ben due cabine interamente dedicate alla verniciatura e quindi, tutte le laccature vengono realizzate da noi per garantire la massima precisione e la personalizzazione di ogni composizione. Il laccato è un materiale molto luminoso e disponibile in tante colorazioni. Questo è composto da un pannello in mdf verniciato con vernici poliesteri o poliuretaniche.

La qualità dell’ anta laccata viene determinata proprio dalle vernici che vengono applicate e, dalla quantità di materiale che viene adoperato per ogni singolo pezzo. Noi ci affidiamo unicamente alle migliori vernici presenti sul mercato e prestiamo particolare attenzione a ciascuna fase del processo di lavorazione come la carteggiatura e la spazzolatura finale. Quest’ultima operazione è quella più delicata poiché determina l’omogeneità e la planarità della superficie del prodotto, evitando il terribile effetto a buccia d’arancia.

Dopo questo breve excursus sul nostro modus operandi, di seguito vi proponiamo le principali caratteristiche delle due tipologie di laccatura più richieste: lucida e opaca.

Anta laccata opaca

Optare per una cucina che abbia le antine laccate opache, solitamente è la scelta che compie una famiglia con bambini o chi vive in abitazioni dallo stile più classico e tradizionale, dal gusto più semplice e sobrio. In questo caso la superficie si presenta liscia al tatto, priva di qualsiasi impurità e facilmente pulibile. Infatti, un qualsiasi mobile laccato opaco non richiede accorgimenti troppo impegnativi, basterà essere provvisti di un panno in microfibra, meglio se antistatico per spazzar via la polvere. Mentre, se volete lavare il pannello laccato opaco occorrerà semplicemente munirsi di una pezza imbevuta in acqua tiepida che non rilasci pelucchi. Nel caso in cui il mobile fosse fin troppo sporco, vi consigliamo di scegliere detergenti neutri o detersivi non abrasivi, meglio se diluiti con acqua.

Anta laccata lucida

Chi sceglie di arredare la cucina con ante laccate lucide è amante dello stile più moderno e contemporaneo. Questa particolare finitura è tanto splendente quanto delicata rispetto alla precedente. Infatti, la superficie è priva di impurità, liscia al tatto, riflettente alla vista, ma facilmente sporcabile. Una cucina arredata con ante laccate lucide richiede una maggior pulizia e manutenzione poiché i segni, gli aloni e le ditate sono sicuramente più ostici da mandar via rispetto all’anta laccata opaca. Per questi motivi la miglior soluzione è quella di pulire subito la superficie colpita con un panno morbido in microfibra o daino, l’importante è che non rilasci pelucchi.

Anta cucina in laminato

Da un punto di vista prettamente tecnico, l’anta cucina in laminato è un rivestimento composto da fogli impregnati di resine fenoliche. Il genere più largamente diffuso è il cosiddetto “laminato HPL” (high pressure laminate) poiché questi fogli vengono incollati tra di loro attraverso una forte pressione combinata al calore.

Il laminato è un materiale che presenta diverse caratteristiche quali:

  • Igieniche
  • Impermeabili
  • Resistenti
  • Illimitate opportunità di nuance e colori
  • Economico

Per quanto riguarda la pulizia di questo, vale la stessa regola delle ante laccate: un panno morbido in microfibra! Se lo sporco fosse molto resistente, potrete usare spugne, da abbinare a detersivi o detergenti neutri, mentre per le macchie di calcare basta una spugna strizzata con aceto o acqua tiepida.

Laminato o laccato: quale finitura scegliere per le ante cucina?

Come sempre, tutto dipende dal gusto estetico e personale di ciascuna persona. Dal punto di vista dell’estetica, la finitura in laccato è sicuramente quella più elegante e raffinata, ma sicuramente è più delicata da curare e mantenere rispetto a quella in laminato. Dal punto di vista funzionale invece, il laminato gode di un’ottima resistenza ad urti e graffi, punto a sfavore del laccato.

Antine per cucine: la scelta dell’ impiallacciato

Il processo di impiallacciatura si riferisce ad un’operazione di rivestimento di un pannello di legno poco pregiato, con un tranciato di vero legno di essenze nobili. Tale procedimento richiede tempo e massima cura verso i minimi dettagli. Attualmente, la scelta di rivestire le ante per cucina in impiallacciato è molto diffusa.

Sapevi che, noi di Pittori 1931 da sempre specializzati nella lavorazione del legno, realizziamo anche cucine taylor made in legno impiallacciato?

L’impiallacciato dunque rientra tra i materiali più pregiati e raffinati, conferisce all’arredo quell’atmosfera sofisticata e quell’aspetto naturale che solo il vero legno può donare. Il Rispetto alle due tipologie di ante già descritte, l’impiallacciato è la finitura più esclusiva e lussuosa, perfetta per chi ama circondarsi dalla bellezza.

La manutenzione di un mobile realizzato con l’impiallacciatura in legno viene effettuata con prodotti specifici per preservare la brillantezza e proteggerla nel tempo. Con cadenza regolare si dovrebbe utilizzare la cera protettiva, da stendere con un panno morbido seguendo sempre il senso della venatura del mobile.

Su richiesta esplicita del cliente, Pittori 1931 oltre all’impiallacciatura realizza la lavorazione del legno in bilia: un procedimento complesso grazie al quale, la naturale venatura del legno non si spezza ma, al contrario continua per tutta la lunghezza del mobile. La pluriennale esperienza di Pittori 1931 nella lavorazione del legno, in ogni sua sfaccettatura, non solo ha permesso all’azienda di rispondere alle richieste più particolari del proprio pubblico, ma le ha anche consentito un vero e proprio salto di qualità nel proporre altri materiali. Infatti, sempre su richiesta del cliente, l’azienda realizza sofisticate finiture per le ante da cucina in rame, ottone, marmo, pelle e resina.

Come progettare la cucina su misura

Lascia un commento